Gatto Ipoallergenico? - Gatto Siberiano e Neva Masquerade - Allevamento Centro Italia - Marche

Gatti Siberiani del Sentiero Fatato dei Sibillini
Sibylline Fairy Path Siberian Cats
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gatto Ipoallergenico?

Gatto Ipoallergenico?

Ipoallergenico non significa anallergenico e addirittura non ci sono evidenze scientifiche che il Gatto Siberiano sia nella versione classica che Neva Masquerade provochi meno allergia di altre razze, ma è opinione comune tra gli allevatori che questo sia vero, perché molti allevatori del Gatto Siberiano lo sono diventati proprio perché è l'unico gatto che non provoca loro sintomi di allergia, pertanto quelle che seguono non vogliono essere informazioni medico-scientifiche, ma solo informazione delle opinioni più diffuse.

Il gatto Siberiano è adatto alle persone allergiche ai gatti?
Pochi sanno che le allergie ai gatti non sono provocate direttamente dal pelo, ma da vari fattori di cui la principale responsabile è una proteina: la Fel d 1 contenuta nelle ghiandole sebacee e nella saliva che il gatto leccandosi deposita sul pelo.
Non esistono razze di gatto assolutamente anallergiche, ma esistono razze che danno meno reazioni allergiche di altre o perché perdono meno pelo o perché possono avere meno concentrazione della proteina. All'interno della stessa razza ci possono essere soggetti che producono più proteina e altri che ne producono meno. I gatti maschi integri producono più proteina delle femmine integre, mentre ancor meno ne producono i gatti sterilizzati, se sterilizzati maschi o femmine sono equivalenti come concentrazione di proteina. Non siamo a conoscenza di ricerche fatte rispettando i canoni scientifici sull'argomento, ma alcuni test
hanno dimostrato che tra le varie razze, la razza del gatto Siberiano produce meno proteina di altre, ma ne produce.

La proteina Fel d1 Da Wikipedia, l'enciclopedia libera del 08/06/2014
Il gatto produce otto proteine differenti che provocano allergia nell'uomo. Nel 1979 Ohman di Boston isolò il maggiore allergene "Fel d1" (Felis domesticus) capace di provocare reazione allergica nell'85% dei pazienti sensibili. Questa glicoproteina è costituita da due sottounità di trentacinque aminoacidi ciascuno; è molto volatile perché nel 75% dei casi ha un diametro di 10 micron e nel resto fino a 5 micron. Il tasso di produzione della proteina Fel d1 è controllata dal testosterone ed è importante nell'ambito dei feromoni, in particolare viene emesso dalle ghiandole sebacee, salivari e anali; il muso ne è particolarmente ricco. Nel gatto sterilizzato la percentuale decresce.
La presenza del gatto nelle nostre case e il loro contatto con le persone fa sì che l'allergene venga veicolato in giro per il mondo, quindi si trova abbondantemente anche nelle scuole, sui mezzi pubblici...
Non è ancora stato stabilito se l'allergia sia scaturita dalla sensibilizzazione all'allergene dovuto all'esposizione oppure se si è geneticamente predisposti. Una volta che l'allergico ha sviluppato la sua malattia ogni esposizione all'allergene ne provoca i sintomi.
L'allergene resta nei luoghi in cui ha vissuto un gatto per molto tempo anche per più anni.
In uno studio è stato dimostrato che i bambini messi a contatto con l'allergene durante il primo anno di vita sono meno soggetti a riniti allergiche all'età di 7-8 anni e di asma a 12-13 anni rispetto agli altri. È stato dimostrato che bambini esposti a livelli troppo bassi di allergeni sono a rischio per sensibilizzazione e sintomi di asma.
È stato dimostrato che solo il 30% degli asmatici ha una reazione allergica al gatto.



Produrre meno proteina non significa non provocare allergia
, questo dipende dal grado di sensibilità della persona. Ci sono individui che sono molto sensibili e possono comunque avere reazioni allergiche, pur se meno gravi che con altre razze di gatti. Se si vuole acquistare un Gatto Siberiano si può testare la propria sensibilità prendendo in braccio un cucciolo, perché i cuccioli, fino a che non raggiungono la maturità sessuale, producono pochissima proteina, pertanto tutti gli allevatori consigliano di recarsi in allevamento per verificare la propria sensibilità allergica.
Naturalmente questo va fatto con l'accordo del proprio allergologo e portando con se i farmaci d'emergenza in caso di reazione allergica. Ma il test è nene farlo con il cucciolo che si intende acquistare, perchè fare il test con cuccioli che non si acquiseranno o con soggetti adulti puo essere fuorviante: se il contatto dà esito negativo si può concludere di essere immune dall'allergia con tutti i siberiani e invece questo pò non essere vero, un esito positivo può indurre a non volere più un gatto, quando magari facendo il test solo con il cucciolo preferito non si avrebbe avuto alcuna allergia. Spesso facendo il test una forma di allergia compare soprattutto se si entra improvvisamente in contatto con tanti gatti insieme, poi invece quando il cucciolo arriva a vasa la sintomatologia potrebbe essere minima e durevole solo per qualche giorno o al massimo per qualche settimana e poi avviene una sorta di immunizzazione e
l'allergia svanisce del tutto  grazie alla bassa concentrazione dela proteina del cucciolo acquistato. L'allergia iniziale spesso è dovuta anche al fatto che il cucciolo porta su di se ancora la proteina che la mamma gli ha depositata sul mantello, magari leccandolo.

La prova che il gatto Siberiano sia classico che Neva Masquerade provochi comunque meno reazioni allergiche di altre razze è che molti allevatori amatoriali di gatto Siberiano hanno scelto questa razza proprio perchè sono loro stessi allergici.
Noi non siamo allergici, ma l'allevatrice della nostra splendida femmina Sparking Karisma MYA
 pur essendo allergica ai gatti convive benissimo con un fantastico maschio integro il Campione del mondo W.CH. Eracle Siberian Sapphire (il padre di MYA) e 4 femmine di cui una è la bellissima Int.CH. Angelur Darenka (la mamma di MYA).
L'allevatrice che ci ha fornito il maschio
per la prima cucciolata di MYA (Litter A) ci ha raccontato che la figlia di 9 anni era allergica ai gatti e ha pensato di acquistare un Siberiano, la bambina con questo gatto non ha mai avuto sintomi di allergia, anzi sembra incredibile ma la bassa concentrazione di proteina del Gatto Siberiano ha agito probabilmente come una sorta di vaccino, perché in poco tempo gli è addirittura scomparsa l'allergia anche ai gatti comuni.
Una ragazza molto allergica ai gatti ci ha contattato ed è voluta venire durante una esposizione per abbracciare MYA, oltre a piacergli molto ha messo il suo naso in mezzo al pelo e non ha avuto nessun prurito o starnuto e ci ha raccontato che di solito basta che si avvicini ad un gatto che comincia a sentirsi male, con MYA è stata benissimo! Un altro ragazzo è venuto ad un expo in mezzo ai nostri siberiani e ci ha dichiarato che bastava che la sua fidanzata toccasse un gatto qualche ora prima, lui puntualmente si accorgeva perchè come si avvicinava alla ragazza iniziavano i sintomi dell'allergia, mentre prendendoi nostri gatti in braccio e non ha avuto nessuna manifestazione allergica.
E' chiaro che nell'ambito della stessa razza ci possano essere soggetti piu o meno ipoallergenici, pertanto per avere un minimo di speranza di acquistare un soggetto ipoallergenico è fondamentale almeno che i genitori del cucciolo siano di origine certa e non provengano da incroci con altre razze, che alcuni allevatori senza scrupoli effettuano per aumentare alcune caratteristiche estetiche, ma a discapito della caratteristica ipoallergenicità del Gatto Siberiano. Il pedigree è il minimo indispensabile per avere la certezza di origine, ma può non bastare, bisogna anche conoscere la reale provenienza e discendenza del gatto.
Pur essendo molto interessante la caratteristica di gatto ipoallergenico, noi non ci siamo avvicinati al Siberiano per questo, bensì attratti dalle sue caratteristiche generali:
Ha un carattere dolcissimo e affettuoso, ma nello stesso tempo indipendente, sa stare giornate intere da solo in casa senza fare dispetti o lamentarsi, bensì attendendo pazientemente, magari sonnecchiando, l'arrivo del suo amato padrone.
Se ha la possibilità di manifestarle, ha doti di equilibrista, scalatore e cacciatore, è uno dei pochi gatti che non ha paura delle altezze anzi riesce ad arrampicarsi su un albero anche molto alto e poi ridiscendere di corsa senza paura a testa in giù. Eccezionale saltatore.
Famoso per la bellezza del mantello nelle varie tonalità, né troppo corto né troppo lungo, infatti è lungo solo dove deve esserlo per esaltarne la bellezza: intorno al collo e nella coda, per il resto è semilungo.
La splendida criniera, specie d'inverno quando è più folta, lo fa assomigliare ad un leone in miniatura, la coda per bellezza e postura, quando corre la tiene alta, sembra quella di un simpatico scoiattolo.
Richiede poca manutenzione infatti non perde il pelo durante l'inverno, ma solo a primavera e in estate quando fa la muta, il pelo non si infiltrisce e non fa nodi difficili da sciogliere.
Insomma è una razza fantastica, è il gatto ideale anche per chi non è allergico!
Anche le caratteristiche generali cosi come l'ipoallergenicità possono variare da soggetto e soggetto,
ma si potranno sviluppare solo se i cuccioli sono di pura razza Siberiana
.

____________________________________________________________________________________________________________________________________



Pagina precedente
Torna a Inizio Pagina
Pagina Successiva
 
Torna ai contenuti | Torna al menu